Struttura regionale,provinciale è locale

Dalle Sezioni al Comitato Esecutivo regionale. 

Articolo 21 Struttura Regionale.

La Struttura Regionale ha compiti di carattere organizzativo e di coordinamento fra le relative strutture Provinciali e locali, rappresenta L.R.M. innanzi ad Enti e società operanti nel territorio di propria competenza, supporta l'iniziativa delle strutture Provinciali, organizza e propone attività di studio e formazione sindacale a favore degli iscritti, persegue quanto disposto dal presente statuto nel limite delle proprie competenze territoriali, opera secondo quanto stabilito dall' Assemblea Nazionale degli iscritti e dalle linee d'indirizzo delle strutture Nazionali.

Articolo 23 Il Comitato Esecutivo Regionale;

Il Comitato Esecutivo Regionale è convocato dalla Segreteria Regionale. È composto dai Segretari eletti in ambito Provinciale e di Sezione, al suo interno o comunque fra gli iscritti in regola col pagamento della quota associativa nomina, dopo apposito processo elettorale, la Segreteria Regionale nomina nel numero di almeno 4 candidati e massimo 10. La Segreteria Regionale. Esso ha competenza sulle materie a carattere regionale di cui al precedente articolo 17 del presente Statuto Le deliberazioni alle quali perviene con voto di maggioranza dei 2/3 dei presenti sono inviate per il tramite della Segreteria Regionale alla Segreteria Nazionale per il seguito di competenza. Tutti gli appartenenti al Consiglio Regionale di Libera Rappresentanza dei Militari sono membri ed elettori del Comitato Esecutivo Nazionale.

Articolo 24 La Segreteria Regionale.

La Segreteria Regionale di L.R.M. è organo esecutivo del Consiglio Regionale, ne attua le linee guida ed opera con modi finalità e prerogative di cui all'articolo 17 del presente Statuto; È composta da un numero minimo di 5 e massimo di 10 iscritti. Elegge al suo interno Il Presidente, Il Segretario, Il vice Presidente ed il vice Segretario, se non già presente fra gli eletti del Consiglio/Segreteria Regionale, annette al suo interno, previa accettazione, una donna militare fra le iscritte al Sindacato la quale, unitamente alle altre colleghe analogamente nominate dalle Segreterie Regionali, forma la Commissione interregionale donne in divisa. Mantiene i rapporti con la Segreteria Nazionale per il tramite del Segretario Regionale. Il Presidente, d'intesa col Segretario, previa comunicazione agli organi Nazionali convoca la Segreteria Regionale almeno una volta l'anno. La struttura provinciale rappresenta L.R.M. nella provincia, raccorda la propria azione coordinando le Sezioni territorialmente discendenti con la struttura regionale e nazionale.

Sono organi territoriali provinciali:

Il Comitato Esecutivo Provinciale;

La Segreteria Provinciale.

Articolo 27 il Comitato Esecutivo Provinciale.

Il Comitato Esecutivo Provinciale di L.R.M. è convocato dalla Segreteria Provinciale. E' composto dai Presidenti eletti in ambito di Sezione, nomina, dopo apposito processo elettorale 9 membri che andranno a comporre la Segreteria Provinciale di L.R.M.. Esso ha competenza sulle materie a carattere provinciale. Le deliberazioni alle quali perviene con voto di maggioranza dei 2/3 dei Presenti sono inviate per il tramite della Segreteria Provinciale alla Segreteria Regionale per il seguito di competenza. Tutti gli appartenenti al Consiglio Provinciale di Libera Rappresentanza dei Militari sono membri ed elettori del Comitato dell'esecutivo Nazionale.

Articolo 28 la Segreteria Provinciale.

La Segreteria Provinciale di L.R.M. opera nell'ambito delle direttive generali del Sindacato, è organo esecutivo del Consiglio Provinciale attua le linee guida ed i deliberati del Consiglio Provinciale con modi finalità e prerogative di cui all'articolo 17 del presente Statuto; È composta da 5 delegati eletti e nomina, al suo interno a seguito di votazione, il Presidente ed il Segretario. Elabora la politica sindacale provinciale, cura, per la di sua competenza, la propaganda e il proselitismo, mantiene i rapporti con i Segretari di Sezione e con il Segretario Regionale. Il Presidente, d'intesa col Segretario, previa comunicazione agli organi Regionali convoca la Segreteria Provinciale almeno una volta l'anno. 

Articolo 29 Sezione sindacale

La Sezione sindacale è la struttura di base del Sindacato Libera Rappresentanza, essa può essere costituita in ogni luogo di servizio con almeno 30 iscritti. Nei luoghi di servizio con meno di 30 iscritti si procedere all'elezione di 2 rappresentanti sindacali. Il numero dei rappresentanti aumenta di 1 (uno) ogni 30 iscritti; L'insieme dei rappresentanti eletti costituiscono il Comitato di Sezione. Alla Sezione sindacale appartengono i militari in servizio (effettivo e non, di stanzia o temporaneamente assegnato) della Forza Armata Esercito, senza differenze di Grado o di Ruolo, iscritto/a al Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari.

Articolo 30 Comitato di Sezione.

Il Comitato di Sezione, colonna portante di L.R.M., assolve ai seguenti compiti: Provvede all'azione di proselitismo, di informazione, propaganda e tesseramento sul posto di lavoro; Supporta i propri iscritti per quanto riguarda informazione ed ausilio, Tratta in ambito di Sezione tutte le materie di competenza e vigila sull'applicazione degli accordi. Organizza le assemblee della Sezione sindacale; Elegge nell'ambito della propria Sezione il delegato Presidente ed il delegato Segretario che sono organo esecutivo del Comitato di Sezione. Elegge, a seguito di nomina di Presidente e Segretario, i delegati Provinciali e i delegati Regionale. Organizza, previa autorizzazione degli organi Statutari di competenza, attività ludiche, sportive, e ricreative per il personale iscritto e loro familiari. Informa la Segreteria Provinciale nel caso in cui uno o più soci si trovino in particolare stato di indigenza o riscontri problematiche familiari o sanitarie di carattere eccezionale. Tutti gli appartenenti al Comitato di Sezione del Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari sono membri ed elettori del Comitato Esecutivo Nazionale.